Roberta di Camerino

logo20roberta20di
Giuliana Coen Camerino, alias Roberta di Camerino nasce a Venezia, classe 1920. E’ costretta a fuggire in svizzera crea le prime borse in velluto a zone verdi, rosse e blu con meravigliosi ricami in oro.

Tornata in Italia nel 1945, la stilista apre un piccolo laboratorio nell’Istituto di Rieducazione alle ‘Zitelle’, reinserendo nel mondo del lavoro ragazze emarginate. Di li a poco avrà un successo tale da ricevere l’Oscar della Moda, il prestigioso Neiman Marcus Award.

Le sue borse conquistano tutti. Una delle sue ammiratrici è nientedimeno che Grace Kelly. Nel 1963 la sua sfilata fatta di capi ispirati alla tecnica pittorica nota con il nome di Trompe l’Oeil.

Roberta di Camerino creerà una sorta di rivoluzione stilistica, rivolizione che va dal il taglio dell’abito alla sua costruzione che si vedranno sostituiti dal disegno. Il disegno è l’epicentro della sua moda, una moda che si basa su, appunto, questa forma d’arte.

Nel 1995, il marchio della stilista italiana compie cinquant’anni e nella Galleria d’Arte Mancini di Pesaro saranno esposte le sue borse per ripercorre i cinquant’anni di creazioni di Roberta di Camerino.
Chi veste Roberta di Camerino non indossa solo un abito firmato, indossa una vera e propria forma d’arte fatta di diseni ed accostamenti di colore.

Forse ha voluto sottolineare la cattiveria e l’inutilità di  quella legge razziale che l’ah vista fuggire vestita da suora: i colori sono tutti colori…indipendentemente dal colore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *