Versace

logo_versace

Che dire di questo prestigioso marchio? Uno stile che ha dato successo all’italianità nel mondo. Fu Gianni Versace a fondare la Gianni Versace SpA, azienda oggi gestita dalla famiglia dello stilista.

Le sue crezioni si basano sull’ accostamento di  più elementi, ad esempio la seta con la pelle, il metallo con la gomma: uno stile che vuole abbinare eleganza e sport, uno stile forte della genialità di Gianno, deceduto a Miami Beach, 15 luglio 1997 e ora reso immortale dalle sue creazioni e dall’eredità (a livello di creatività).

Anche Gianni ha avuto la fortuna di lavorare nell’atelier della madre e quindi anche in questo caso si ha la conferma di quanto sia importante il fatto di conoscere l’arte del mestiere prima ancora di mettersi a disegnare. La conoscenza delle stoffe e delle possibilità di creare con queste ultime.

Ed è proprio la creatività l’arma vincente di Gianni versace che, tra le altre cose, ha collaborato con il Teatro alla Scala di Milano, disegnando i costumi per Josephslegende di Richard Strauss e per il Don Pasquale di Gaetano Donizetti e per il Dyonisos, diretto da Maurice Béjart al Piccolo Teatro di Milano.

Tra le varie premiazioni sono da citare quella del 1986 del Presidente della Repubblica Italiana Francesco Cossiga che conferisce a Gianni Versace il titolo di Commendatore della Repubblica Italiana, quella del il National Field Museum di Chicago presenta una mostra retrospettiva sul lavoro di Versace dell’ultimo decennio. Chi veste Versace veste un qualcosa che va oltre l’apparenza, una moda creativa al massimo che certamente fa distinguere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *