Tipi di Borse

Ok, abbiamo comprato la nostra borsa, erano mesi che le facevamo la corte da quella vetrina, lei stava lì e sembrava dirci: “comprami sto bene con tuttooo, comprami tutte le tue amiche ti chiederanno dove mi hai trovatooo, comprami non te ne pentiraiii”.

Ora ci siamo riuscite è nostra, ci immaginiamo già uscire di casa fiere come regine con al fianco quella meraviglia. Poi, figuriamoci, questa la tratteremo bene mica come le altre che abbiamo lì buttate nell’armadio come stracci.

In questa gli oggetti all’interno staranno sempre ordinati e precisi, niente trucchi sparsi qua e la, niente penne senza tappo in giro. No, questa la tratteremo bene, con quello che l’abbiamo pagata! Ecco questi sono i classici buoni propositi post acquisto.

Buoni propositi che andranno a farsi friggere entro 7 giorni. Sbagliato!

Si perchè trattare bene la propria borsa è un dovere così come lo è per le scarpe o per un maglione. E’ sufficiente seguire poche, semplici e fondamentali regole e la vostra amata borsetta vi durerà il doppio del tempo.

Innanzitutto occorre non sovraccaricarla di peso: anche gli autobus hanno un peso limite raggiunto il quale non sale più nessuno, perchè allora noi pretendiamo di fare il trasloco facendo stare tutto ciò che è in una casa nella borsa?

Non serve neppure che vi portiate dietro il phon è difficile che vi colga la pioggia all’improvviso e che troviate qualcuno disposto a prestarvi la corrente per asciugarvi i capelli.

I trucchi sono fondamentali ve lo dice una che ha la trousse dietro, ma non serve portarsi anche la crema antirughe o il latte detergente, per questo genere di oggetti ci sono borse apposite di cui parleremo in un altro momento.

Gli oggetti taglienti, tipo chiavi, devono stare nella tasca interna che è fatta apposta. Così eviterete di trovare la fodera della borsa bucata e di cercare per giorni e giorni qualcosa che vi è finito dentro.

Non lasciate mai boccette di liquidi (tipo profumo) in giro nella borsa, preferite prodotti a spruzzo, che terrete rigorosamente tappati.

Cercate di riordinare la borsa almeno ogni 3 giorni.

Per quanto riguarda la pulizia della borsa occorre valutare il tessuto di cui si compone. Per le borse in lana o in tessuto potete optare per le spazzole adesive che, passate accuratamente su tutta la superficie, tolgono peli ed altro rendendo la borsa come nuova.

Se la borsa ha strass o perline potrete pulirla con del coton fioc facendo attenzione a non staccare nulla.

Le borse di pelle hanno tutta un’altra procedura, ci sono prodotti appositi per pelle e cuoio, che potete trovare anche nei supermercati, che fanno miracoli.

Le borse in paglia possono anche essere aspirate con l’aspirabriciole, magari dopo una giornata al mare.

Quando riponete una borsa nell’armadio, magari per il cambio stagione, sarebbe opportuno custodirla nel suo sacchetto.

Le borse firmate in genere vengono vendute all’interno di borse di stoffa (tra l’altro bellissime) che andrebbero tenute e alle quali andrebbe aggiunta una bustina di gel di silice (antiumidità).

Qualora non disponiate delle custodie in sfoffa potete riporre le vostre borse in apposite scatole cosicche non prendano polvere.

Le borse rigide andranno riempite con della carta da giornale cosicchè non perdano la forma e le borse in stoffa “amorfe” potranno restare vuote.

La scatola dove riporre le borse dovrà avere il coperchio cosicchè non si corre il rischio di porvi sopra qualcosa di pesante che possa deformarle.

Ecco, se si seguono queste regole le vostre borse dureranno molto molto di più e voi avrete sempre sotto controllo questi accessori senza correre il rischio di avere in mente di indossarne una per scoprire, all’ultimo momento, che, da quadrata che era, è diventata a forma di palla da rugby (a meno che non abbiate appuntamento con uno dei giocatori dei
Springboks, a questo punto il discorso cambia).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *